Trapattoni e il suo errore di panchina nel primo Derby d’Italia da ex Juve

Il ritorno a Torino di Giovanni Trapattoni da avversario della Juventus.

Trapattoni Juventus-Inter 1986

Giovanni Trapattoni, un allenatore icona della Juventus e dell’Inter

Tra i grandi allenatori della storia dell’Inter c’è anche Giovanni Trapattoni. Il mitico Trap ha allenato i nerazzurri dal 1986 al 1991 costruendo l’Inter dei record che nel 1989 stravinse lo scudetto, aggiungendoci una Supercoppa Italiana e una Coppa Uefa nel 1991. Niente male per un allenatore che arrivò a Milano dalla grande rivale di sempre della Beneamata: ovvero la Juventus con cui aveva fatto incetta di trofei in dieci anni.

Il passaggio dalla Vecchia Signora alla Beneamata

Nell’estate dell’86 però il tecnico di Cusano Milanino decise di cambiare aria. Destinazione Milano. Un ritorno alle origini, visto che da calciatore era stato una bandiera del Milan degli anni Sessanta. Solo che stavolta il Trap cambiò sponda, scegliendo il nerazzurro dell’Inter. Il tecnico aveva annunciato l’addio alla Vecchia Signora già prima di conquistare il suo ultimo scudetto bianconero e il passaggio di Trapattoni alla Beneamata fu clamoroso. Intanto perché divenne il primo allenatore a sedere sulla panchina dei tre club più blasonati del nostro calcio. Poi perché il patron nerazzurro Ernesto Pellegrini superò la concorrenza dei cugini guidati da Silvio Berlusconi che tentò di riportarlo sulla panchina rossonera, dopo la parentesi agli inizi della sua carriera da mister. Non era poi da sottovalutare il fattore della rivalità tra Juve e Inter. Lo stesso Trap commentò il suo passaggio in nerazzurro citando Shakespeare:”Lasciare la Juve dopo dieci anni di gloria può sembrare una follia. Mi consolo con Shakespeare che scrisse:  se non hai mai fatto almeno una follia , vuol dire che non hai vissuto abbastanza”.

Quando uno “sbadato” Trapattoni si sedette sulla panchina sbagliata al suo ritorno a Torino da avversario della Juventus

Naturalmente non poteva che crearsi molta curiosità su quello che sarebbe stato il ritorno di Trapattoni da avversario della Juve a Torino. Ritorno che si concretizzò il 26 ottobre 1986. Al Comunale di Torino andava in scena un attesissimo Derby d’Italia. Il primo tempo vide l’ex squadra del tecnico di Cusano Milanino in vantaggio grazie all’autogol di Riccardo Ferri. Al rientro dagli spogliatoi si consumò un curioso quanto atteso siparietto. Dieci anni con la Vecchia Signora erano evidentemente difficili da cancellare per l’allenatore interista che infatti, distratto dai suoi ex alfieri Platini Cabrini, andò a sedersi erroneamente sulla panchina bianconera. Un episodio che suscitò ilarità tra i protagonisti in campo e finto stupore nella stampa. Il successore di Trapattoni, Rino Marchesi, commentò con ironia l’accaduto:”In due saremmo stati stretti”. E come dargli torto, vista la pesante eredità lasciata dal suo predecessore. Poi si tornò a fare sul serio in campo e nella ripresa il grande ex strappò il pareggio alla Vecchia Signora grazie alla rete di Altobelli ad inizio secondo tempo. Una giornata particolare per il miglior allenatore italiano dell’epoca.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di Calcio”! clicca QUI per ordinarlo!

Leggi anche: MilanInter, quando le due milanesi diventavano una sola squadra