Quando Gino Ferioli, portiere del Grosseto, fece un tunnel a Maradona!

Gino Ferioli Maradona tunnel Sorry! You are blocked from seeing ads

Durante un’amichevole, nell’agosto del 1984, il portiere del Grosseto, Gino Ferioli, si esibì in un tunnel su Diego Armando Maradona! Il fuoriclasse del Napoli, dopo una prima reazione stizzita, la prese decisamente meglio e a fine primo tempo abbracciò il 33enne estremo difensore!

GINO FERIOLI, IL PORTIERE DIVENTATO FAMOSO PER UN TUNNEL A MARADONA!

Voi immaginate che cosa poteva essere la città di Grosseto in quei caldi giorni dell’estate del 1984. Sede del ritiro del Napoli, giù di per sè una delle squadre italiana con il tifo più caloroso d’Italia. E non di un Napoli qualunque, bensì del primo targato Diego Armando Maradona. Una trattativa, quella con il Barcellona, che aveva infuocato un’intera città. Il grande, magnifico colpo di Ferlaino per poter lottare con le grandi del nostro calcio. E, com’è ovvio che fosse, il primo vero contatto dell’argentino con la nuova realtà fu proprio il ritiro precampionato, svolto quell’anno a Castel del Piano, per l’appunto in provincia di Grossetto.

Centinaia di migliaia di tifosi partenopei presero d’assalto la Toscana per potersi gustare ogni attimo di quell’indimenticabile estate. La squadra, intanto, iniziò a sudare gli ordini di mister Rino Marchesi. La prima esibizione fu la classica sgambata di inizio stagione contro la modesta compagine locale del Castel del Piano. Terminò 13-1 con ben 4 gol di Diego. La seconda amichevole, invece, era datata 7 agosto e opponeva gli Azzurri al Grosseto. La squadra del capoluogo toscano, all’epoca, militava in Promozione.  Fu una gara decisamente più combattuta con il Napoli che si impose per 3-1.

Il Pibe de Oro disputò soltanto il primo tempo, regalando, seppur a sprazzi, alcuni lampi della sua accecante classe. Ma l’episodio che divenne virale andò in scena attorno alla mezzora. Il portiere locale, Ferioli (con un lungo passato in C) fu costretto ad uscire dalla propria area di rigore per intercettare un retropassaggio sbilenco di un suo difensore. Si trovò nei pressi della linea laterale quando vide sopraggiungere, in pressione, un avversario. Non volendo calciare, il portiere finse un rinvio ma si spostò la palla con l’esterno, facendola passare tra le gambe del calciatore del Napoli. Solo dopo, Gino Ferioli si accorse che aveva appena fatto un tunnel a Maradona!!!

LA REAZIONE DEL PIBE DE ORO

Subito dopo il clamoroso tunnel di Gino Ferioli ai danni di Diego Armando Maradona, all’interno dello stadio si alzò un autentico boato di sorpresa. Il Pibe de Oro rimase inizialmente smarrito, per poi reagire stizzito. Si avvicinò al portiere, mentre molti dei calciatori in campo ridevano, e gli ricordò che a lui certe cose non andavano fatte. Il siparietto proseguì per i restanti 15 minuti del primo tempo, con Ferioli che lo prese in giro facendogli degli inchini e chiamandolo maestà e Diego che rispose con qualche tipica parolaccia in spagnolo. Lo stesso Diego promise all’estremo difensore un gol, che poi non riuscì a realizzare.

Una scenetta che non passò inosservata gli oltre 10 mila spettatori, quasi tutti di fede napoletana, che bersagliarono il numero 1 locale di fischi. Al termine dei primi 45 minuti, però, Diego mostrò tutta la sua riconosciuta umiltà. Mise da parte i simpatici screzi avvenuti in campo, si avvicinò all’avversario e lo abbracciò, mostrando di non avere rancore. L’argentino, ancora in ritardo di condizione e appesantito dalle dure preparazioni atletiche italiane, rimase nello spogliatoio nel secondo tempo. Ferioli, invece, fu “costretto” nei giorni successivi, a subire anche le conseguenze del suo “imprudente” tunnel.

Migliaia di tifosi napoletani lo riempirono di lettere non propriamente ricche di complimenti! Più avanti, il portiere racconterà che la sua abilità con i piedi gli aveva permesso di fare altri gesti simili. Una volta, ad inizio carriera, quando militava nella Juventus, giocò da centravanti un’amichevole, vinta poi 1-0 con un suo gol dalla distanza. Successivamente, terminata la carriera da portiere, militerà per 4-5 anni in squadre dilettantistiche come libero, segnando una trentina di gol! Tutti ricordi indelebili ma che mai potranno superare quel fantastico tunnel al giocatore più forte al mondo!!!

LEGGI ANCHE: L’AMICHEVOLE TRA TERNANA E ARGENTINA IN CUI GIOCARONO I TRE FRATELLI MARADONA!

 

error: Content is protected !!