La spettacolare partita tra la Lazio di Salas e il Milan di Shevchenko

milan lazio salas shevchenko

Il 3 Ottobre 1999 allo stadio Olimpico di Roma è andata in scena forse una delle gare più belle della Serie A. Stiamo parlando del match tra la Lazio di Sven-Goran Eriksson e il Milan di Alberto Zaccheroni. Mattatori della partita il cileno Marcelo Salas per la Lazio e il bomber ucraino Andriy Shevchenko per il Milan.

LO SPETTACOLARE PAREGGIO TRA LA LAZIO DI SALAS E IL MILAN DI SHEVCHENKO

A passare in vantaggio è la Lazio al ’18 minuto grazie a un grandissimo gol di Juan Sebastian Veron. Boksic è indemoniato sulla sinistra, salta Ayala e la mette al centro. Sul traversone arriva Conceicao che la rimette al centro e su una disattenzione proprio del difensore argentino arriva Veron. L’ex Parma arriva di gran mestiere e calcia una cannonata che batte un incolpevole Abbiati. Gli uomini di Zaccheroni reagiscono e riescono a trovare il pareggio al ’35 minuto.

Shevchenko lancia Serginho sulla fascia sinistra, il brasiliano entra in area a la appoggia per l’accorrente Weah. Il Liberiano colpisce la palla ma sulla traiettoria c’è Mihajlovic che devia la palla nella porta difesa da Luca Marchegiani. Neanche il tempo di festeggiare e gli uomini di Eriksson si riportano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sinisa Mihajlovic calcia forte e teso sul primo palo dove Diego Pablo Simeone spizzica la palla quanto basta a beffare il portiere rossonero.

LA SFIDA NELLA SFIDA TRA SALAS E SHEVCHENKO

Lazio che 2 minuti dopo, al ’38 trova il terzo gol con Marcelo Salas. Il cileno sfrutta alla perfezione un cross dalla destra di Conceicao e di testa trafigge ancora Abbiati. Il Milan non ci sta e al ’43 accorcia le distanze con Shevchenko. Bravo Giunti a innescare l’ucraino che si beve Favalli e Marchegiani e la mette in porta. Al ’63 minuto Ambrosini manda in porta Weah che dribbla l’estremo difensore laziale. Nel tentativo di prendere il pallone atterra l’attaccante rossonero e l’arbitro Bazzoli non può fare altro che fischiare il calcio di rigore.

Dal dischetto si presenta un freddissimo Shevchenko che spiazza Marchegiani e porta il Diavolo sul 3-3. I rossoneri hanno addirittura la forza per portarsi in vantaggio. Ancora l’ucraino scatenato, al ’68 riceve palla da Weah, salta di netto Pancaro e di sinistro trafigge Marchegiani. La Lazio non ci sta e al ’72 minuto trova il pareggio ancora una volta con Salas. Il numero 9 è bravissimo a farsi trovare da solo in area su un passaggio rasoterra di Veron, e di sinistro fissa il punteggio sul 4 a 4.

Clicca QUI per vedere la sintesi della partita.

LEGGI ANCHE: ANDRIY SHEVCHENKO E IL MILAN, LA STORIA D’AMORE TRA LO ZAR E IL DIAVOLO 

Foto: