Inter-Lazio, la pirotecnica sfida del 18 ottobre 1998

Inter-Lazio 1998

Inter-Lazio, tra gemellaggio, tanti ex e tante sfide scoppiettanti

Inter-Lazio sarà il match clou della 22° giornata di Serie A. Una delle grandi classiche del nostro calcio che vede opposte due squadre dalle tifoserie gemellate e che spesso si sono confrontate per grandi obiettivi. Accadde per esempio nell’ottobre 1998, quando a San Siro si vide una delle partite più spettacolari nella storia dei confronti tra nerazzurri e bianco-celesti.

18 ottobre 1998: Inter-Lazio 3-5, gol e spettacolo alla Scala del calcio

Uno degli Inter-Lazio più divertenti degli ultimi venticinque anni fu sicuramente la sfida del 18 ottobre 1998. Le due formazioni erano al top del loro splendore e la sfida si era ripetuta nella stagione precedente anche nel prestigioso palcoscenico europeo con la finale di Coppa Uefa vinta dai nerazzurri. Tanti ex e futuri ex da una parte e dall’altra per una sfida che prometteva bene e che non deluse le attese anche in quell’ottobre del 1998. Si partì subito a razzo con la Lazio in vantaggio dopo un solo minuto grazie alla zampata di Salas. L’Inter pareggiò i conti al 22′ con Aaron Winter (uno degli ex della gara). Gli ospiti però misero la freccia al 35′ con il futuro interista Sergio Conceiçao al 35′ raddoppiando cinque minuti dopo con un imbarazzante contropiede finalizzato da Roberto Mancini. Non era ancora finita. All’8′ della ripresa ancora Conceiçao fece il 4-1 e al 29′ Nedved firmò la cinquina. Ci fu anche il tempo per una reazione vana interista, firmata dalla doppietta di Ventola Al 31′ e nel recupero per il 3-5 finale. Tanta elettricità anche tra i giocatori: a farne le spese Nedved e Simeone, entrambi espulsi.

Cocci di Inter, illusione Lazio

I bianco-celesti si presero così la loro rivincita per la finale di Coppa UEFA persa qualche messe prima. Per l’Inter fu un’altra dolorosa tappa di una stagione decisamente complicata e culminata con l’avvicendamento in panchina tra Gigi Simoni Mircea Lucescu. La Lazio di Sven Goran Eriksson continuò a cullare i propri sogni scudetto dopo quella partita, salvo poi risvegliarsi all’ultima giornata con il Milan Campione d’Italia. I bianco-celesti si consoleranno con la Coppa delle Coppe. Il sogno tricolore fu solo rimandato, restò però memorabile quell’Inter-Lazio in quella serata d’ottobre.

FOTO: Calcio – Nostalgia e Passione Facebook.

Leggi anche: Le introvabili schede telefoniche dei calciatori Panini della Serie A degli anni ’90