11 maggio 2001 – Inter-Milan 0-6: il momento di gloria di Comandini

Inter-Milan 0-6

11 maggio 2001: Inter-Milan 0-6, la più grande umiliazione per i nerazzurri in un Derby della Madonnina

11 maggio 2001. Una data che resterà scolpita nella memoria dei tifosi interisti e milanisti, anche se in modo differente. Se per i primi è una data che ricorda una delle più grandi umiliazioni subite dalla loro squadra, mentre per i cuori rossoneri è sinonimo di una delle più grandi godurie che abbiano mai visto: ovvero Inter-Milan 0-6, uno dei Derby della Madonnina più pazzeschi di sempre.

La serata memorabile di Gianni Comandini

Quella sera dell’11 maggio 2001 andava in scena il Derby di Milano Inter-Milan. L’Inter di Marco Tardelli (subentrato ad inizio stagione a Marcello Lippi) e il Milan di Cesare Maldini, anche lui da qualche settimana subentrato ad Alberto Zaccheroni. Il Derby della Madonnina numero 181 si giocava eccezionalmente di venerdì tra due squadre in un momento precario. Il derby si mise male per i nerazzurri dopo appena tre minuti quando una discesa di Serginho mise in difficoltà la retroguardia interista e diede il via alla serata memorabile del gregario rossonero Gianni Comandini per lo 0-1 Milan. I due duetteranno ancora al 18′ portando il risultato sul 2-0 grazie alla doppietta di Comandini. Inter stordita che nella ripresa subiva anche il 3-0 con Giunti su una diabolica punizione. La partita dei nerazzurri si concluse virtualmente in quel momento. Il Diavolo giocava sul velluto. Dopo lo show di Comandini iniziò quello di Shevchenko che mise a segno il quarto gol insaccando di testa un altro pallone servito dallo scatenato Serginho. L’attaccante ucraino si ripeté al 32′ della ripresa su assist di Kaladze. Mancava soltanto il punto esclamativo e a metterlo fu lo scatenato Serginho. Inter-Milan 0-6.

Inter-Milan 2001, quando la Milano nerazzurra abbandonò San Siro prima del tempo

La partita dell’Inter finì virtualmente sullo 0-3 e finì anche per i tifosi nerazzurri che abbandonarono San Siro prima del tempo in segno di protesta. Una protesta che avrebbe preso di mira in primis il presidentissimo Massimo Moratti, oggetto di pesanti contestazioni a fine gara. Anche il tecnico Tardelli lasciò lo stadio tra gli insulti dei pochi tifosi rimasti allo stadio. La serata da incubo per gli interisti fu condita anche da scontri tra ultras e polizia fuori dallo stadio che portarono al ferimento di un tifoso. Si concluse così Inter-Milan dell’11 maggio 2001. Una serata di libidine per i cuori rossoneri e da incubo per i cuori nerazzurri.

FOTO:  Il Milanologo Alessandro Carra Facebook.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per scoprire 258 spettacolari storie di pallone!

Leggi anche: Thuram e il suo primo (e unico) gol bianconero contro il Milan nel 2002