Immobile e la tuta arrotolata che lo fece diventare titolare al Pescara

Immobile

Ciro Immobile, dal Pescara di Zeman all’Italia di Mancini

Ciro Immobile è stato uno dei grandi protagonisti della bella vittoria dell’Italia ieri nell’esordio azzurro a Euro 2020 contro la Turchia. L’attaccante ha segnato il gol del 2-0, seguito dal gol di Insigne. Tanti tifosi, soprattutto dalle parti di Pescara, avranno avuto un attacco di nostalgia nel vedere i nomi di questi due giocatori sul tabellino. Sì perché la carriera fin qui molto soddisfacente di Ciro e del suo conterraneo Insigne ebbe una svolta proprio in riva all’Adriatico nel campionato di Serie B 2011/2012.

La tuta arrotolata di Maniero che consegnò a Ciro il posto da titolare nel Pescara

Immobile arrivò infatti al Pescara nell’estate del 2011. L’attaccante di Torre Annunziata, di proprietà della Juventus, veniva allora da due prime esperienze tra Siena e Grosseto decisamente poco esaltanti, con due sole reti segnate nelle due squadre. In Abruzzo Ciro arrivò come rincalzo nel Pescara di Zdenek Zeman. L’allenatore infatti nel precampionato gli preferì spesso Riccardo Maniero (anche lui scuola Juve) che sembrava essere destinato al ruolo di centravanti nel 4-3-3 zemaniano. Eppure alla vigilia della prima gara di campionato a Verona accadde un episodio alquanto curioso. Sull’aereo che portava i biancazzurri nella città di Romeo e Giulietta Zeman notò che il suo attaccante Maniero portava la tuta arrotolata alle ginocchia. Il boemo ritenne il comportamento del suo giocatore poco consono al momento e decise di mandarlo in tribuna. Fu così che contro l’Hellas Verona al centro dell’attacco biancazzurro giocò Immobile che timbrò anche il primo gol del Pescara per l’1-2 finale. Da quel momento iniziò una incredibile cavalcata per la squadra di Zeman e per Ciro che culminò con una promozione in Serie A e il titolo di capocannoniere con 28 reti. Chissà come sarebbe stata la sua carriera senza quella tuta arrotolata di Maniero…

FOTO: Squawka Football Twitter.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per scoprire 258 curiose storie dal mondo del pallone!

Leggi anche: Fabrice Olinga, il pupillo di Eto’o che costò una causa in tribunale alla Samp

 

fuorigioco passivo

Quella volta in cui un arbitro inglese inventò il fuorigioco passivo

Kim Vilfort

La favola tragica di Kim Vilfort agli Europei del ’92 con la Danimarca