Afghanistan, dove il campionato nazionale è nato da un reality show!

Campionato Afghanistan

In concomitanza con il ritiro delle truppe della Nato, anche il calcio afgano ha provato a ripartire. Nel 2012, il campionato dell’Afghanistan è stato rifondato grazie ad un reality show. Per la prima volta, si è disputato un torneo a livello nazionale.

IL CAMPIONATO DI CALCIO IN AFGHANISTAN

Tra le mille difficoltà, nei tanti anni di guerra e di controllo talebano, il calcio afgano si era svolto a singhiozzo, con tornei che iniziavano e non sempre terminavano. I talebani stessi avevano sempre mal tollerato questo sport. Spesso, gli stadi di calcio erano stati usati per le esecuzioni pubbliche. Quando il regime è stato finalmente rovesciato, diverse associazioni hanno investito milioni e milioni di euro per far ripartire il campionato afgano. È il caso della FIFA, che ha speso ben 1.5 milioni di dollari. Ma anche le federazioni inglesi e tedesche hanno dato un grosso contributo. Quella giapponese, invece, ha fornito gli impianti di illuminazione.

Dopo che le truppe Nato hanno lasciato il paese, si è provato a tornare pian piano alla normalità. La ventata di cambiamento ha coinvolto anche il calcio. Il nuovissimo campionato dell’Afghanistan è stato istituito nel 2012, con la creazione di 8 club. Le squadre rappresentano, per l’appunto, le 8 regioni della nazione asiatica. Ma la particolarità è nel modo in cui le squadre sono state formate: con un reality show.

IL REALITY SHOW

Più di 1000 partecipanti per un programma televisivo epocale. In Italia abbiamo vissuto “Campioni, il sogno”, reality che riguardava la squadra dilettantistica del Cervia. In Afghanistan, invece, hanno coinvolto i giovani di tutto il paese per formare le 8 squadre. Il programma, chiamato Maidan-e-Sabz (Campo Verde) è stato trasmesso dall’emittente privata Tolo TV. Il talent show ha permesso ai club di selezionare i migliori talenti in circolazione.

Inoltre, c’era anche l’opportunità di determinare alcune scelte tramite il voto degli spettatori. Una mossa strategica per far avvicinare da subito la gente alla nuova competizione. Inoltre, un buon modo anche di scovare nuovi talenti in ottica Nazionale di calcio. Terminata la fase di assegnazione dei vari talenti, le otto società hanno poi completato autonomamente le rose. A questo punto la Roshan League (nome dello sponsor) era pronta a vedere la luce.

8 ANNI DI CALCIO

La prima edizione, quella del 2012, ha visto gli 8 club dividersi in due gironi. Le prime due di ogni raggruppamento hanno guadagnato l’accesso alle semifinali. Il tutto si è svolto da settembre a ottobre, interamente a Kabul per ragioni di sicurezza. La vittoria del primo storico campionato dell’Afghanistan è andata al Toofaan Harirod. Nella finalissima, i campioni sconfissero per 2-1 il Simorgh Albortz. Nei seguenti campionati, si è imposto con frequenza lo Shaheen Asmayee con ben 4 titoli.

La finale più spettacolare è stata quella del 2017, quando il De Mainwand Atalan ha battuto con un combattutissimo 4-3 proprio lo Shaheen al termine dei tempi supplementari. L’ultima edizione disputata, la 2019, è stata invece vinta De Spin Ghar Bazan. Il giocatore ad avere realizzato più gol in un singolo campionato è invece Hamidullah Karimi con 9 reti nel 2012. L’anno seguente si è confermato siglandone 13 e guadagnandosi il trasferimento in India. Covid permettendo, a settembre vedremo ai nastri di partenza le solite 8 squadre, a caccia del titolo 2020!

LEGGI ANCHE: IL DERBY INFINITO NELLE ISOLE SCILLY, ECCO IL CAMPIONATO PIU’ STRAMBO AL MONDO!

Torneo anglo-italiano

Il Torneo Anglo-Italiano e la regola del fuorigioco modificata

La nazionale di calcio norvegese e il curioso record contro una “big” mondiale