Quando il genio di Freddie Mercury incontrò quello di Maradona

Freddie Mercury & Maradona

24 novembre 1991: muore Freddie Mercury, amante della vita, cantante di canzoni e leader dei Queen

Il 24 novembre 1991 se ne andava Freddie Mercury, una delle più grandi rockstar della musica internazionale. A portarselo via una polmonite causata dall’AIDS contro cui combatteva da diversi anni ma che aveva reso pubblica soltanto il giorno precedente la sua scomparsa, dopo anni di speculazioni. Il leader dei Queen se ne andava 28 anni e 364 giorni prima di una rockstar del pallone, Diego Armando Maradona, al quale Freddie era legato da una amicizia nata una decina di anni prima e immortalata da una foto storica.

13 maggio 1980: Inghilterra-Argentina 3-1. L’amichevole di Wembley in cui il Pibe de Oro stregò Freddie Mercury

Quella foto ha esattamente quarant’anni ma per risalire alla sua origine dobbiamo andare un pochino più indietro. Il 13 maggio 1980 a Wembley Inghilterra Argentina si affrontarono in una amichevole che di amichevole in realtà aveva già ben poco. La politica non ancora c’entrava ma le due nazioni erano già divise da una rivalità calcistica. In quell’occasione a vincere furono gli inglesi per 3-1. Gli inglesi sconfissero l’albiceleste grazie alle reti di Johnson al 41′ del primo tempo e al 6′ della ripresa e Keegan al 23′ sempre della ripresa. A prendersi la scena però fu un ragazzo di appena vent’anni che all’epoca giocava al Boca Juniors: il suo nome era Diego Armando Maradona. Il futuro Pibe de Oro prima si procurò il rigore trasformato da Passarella per il momentaneo 2-1. Poi tentò una giocata che gli sarebbe riuscita soltanto qualche anno dopo proprio contro gli inglesi. Il fuoriclasse argentino fece le prove del “Gol del Secolo” saltando come birilli i giocatori inglesi, ad eccezione del portiere Clemence. Il tiro finì a qualche centimetro dal palo. Il non aver scartato anche il portiere fece infuriare il fratello Hugo ma stregò un grande artista inglese del calibro di Freddie Mercury.

Lo storico incontro tra Maradona e i Queen un anno dopo in Argentina

Passò meno di un anno da quella partita a Wembley e Freddie Mercury si ritrovò in Argentina durante un tour con i suoi Queen. Quale occasione migliore per organizzare un incontro tra il genio della musica e il genio del pallone? L’occasione si concretizzò l’8 marzo 1981, quando i Queen suonarono allo stadio “José Amalfitani” di Vélez. Ospite d’eccezione fu il “padrone di casa” Maradona, al quale toccò il grande compito di introdurre i Queen sul palco con queste parole in spagnolo:”Voglio ringraziare Freddie e i Queen per avermi reso così felice. E adesso: “Otro muerde el polvo” (traduzione spagnola di “Another One Bites the Dust”, il singolo di maggior successo della band, pubblicato pochi mesi prima su suggerimento di un certo Michael Jackson. Con quel singolo, i Queen avevano sperimentato il Funky e la Disco Music tanto in voga all’epoca. Dopo il concerto, poi avvenne il tanto atteso incontro personale tra il Pibe de Oro e Freddie Mercury insieme alla sua band. Un incontro immortalato da un celebre scatto. Freddie con una maglia dell’Argentina e Diego con una T-shirt con la bandiera del Regno Unito raffigurata. Insieme ai due il resto dei Queen. Una immagine che, a posteriori, rappresenterà anche l’ultimo atto di amicizia tra due popoli. Un anno dopo, infatti, la rivalità tra Inghilterra e Argentina divenne anche politica con la Guerra delle Falkland. A vincere in quel caso furono gli inglesi. Maradona vendicherà gli argentini nel 1986 con quella partita della Mano di Dio e del Gol del Secolo. La guerra però non cancellò quell’incredibile incontro tra due talenti della musica e del pallone.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per ordinarlo!

Leggi anche: Horst Nussbaum, il calciatore diventato produttore discografico

tore andre flo norvegese

Tore André Flo, il colosso norvegese dalle mille vite che segnava a valanga

Rui Costa Barcellona

L’estate in cui Rui Costa fu ad un passo dal Barcellona e finì alla Fiorentina!