La tragica morte di Federico Pisani, giovane promessa dell’Atalanta

morte federico pisani

Federico Pisani è stato una delle promesse del settore giovanile dell’Atalanta. Molti giocatori infatti sono usciti dal vivaio Bergamasco, come lui. Peccato che il suo destino avesse in mente altro per il giovane ragazzo. Federico Pisani infatti trovò la morte all’età di 22 anni assieme alla fidanzata per colpa di un incidente stradale.

GLI INIZI E CARRIERA DI PISANI

Federico Pisani nasce a Castelnuovo di Garfagnana il 25 Luglio 1974 e come tutti i ragazzi ha un sogno nel cassetto; diventare un calciatore professionista. Si forma calcisticamente nelle giovanili dell’Atalanta e dopo un breve passaggio al Margine Coperta(squadra satellite della società Bergamasca) torna alla Dea. Tra le fila della Primavera Atalantina fa parte dei ragazzi di Cesare Prandelli che nel 1992/1993 vince Campionato e Torneo di Viareggio. Esordisce in Serie A sotto la gestione di Mister Bruno Giorgi e continua la sua ascesa al grande calcio con Marcello Lippi in panchina e contro la Fiorentina mette a segno anche il primo gol tra i professionisti.

Nel 1993/1994 si trasferisce al Monza in Serie B dove accumula esperienza in Serie B prima di tornare nuovamente tra le fila dei nerazzurri. Grazie alle 20 presenze e 2 reti contribuisce alla promozione della Dea allenata da Mondonico in Serie A. Il successivo anno segna 4 reti in 26 partite nella massima serie e tutto sembra pronto alla consacrazione definitiva. A fermarlo è però un brutto infortunio al ginocchio che lo lascia fuori dai campi da gioco per diverso tempo.

LA TRAGICA MORTE DI FEDERICO PISANI, GIOVANE PROMESSA DELL’ATALANTA

Neanche il tempo di tornare in campo che una tragedia colpisce lui e la fidanzata Alessandra. Federico Pisani è volato via troppo presto, per colpa di un incidente stradale avvenuto la mattina del 12 Febbraio 1997 sul tratto autostradale Milano-Laghi. Le cause rimangono ancora incerte, e variano dall’alta velocità a un colpo di sonno o a un problema della macchina. I due ragazzi erano in auto assieme a due amici che rimasero illesi nell’incidente, avvenuto durante il viaggio di ritorno dopo una serata passata al Casinò di Campione d’Italia.

Il dolore della notizia butta tutti nello sconforto generale a partire dai compagni di squadra come Vieri, Montero, Stromberg e Ganz. Il 16 Febbraio l’Atalanta scende comunque in campo con il dolore nel cuore e batte 3-1 il Vicenza grazie alle reti di Foglio e alla doppietta di Filippo Inzaghi. Tutti lo Stadio esplode in una valle di lacrime dopo il primo gol della Dea che viene festeggiato sotto la Curva con tanto di baci alla maglia numero 14 che fino a pochi giorni prima era di Pisani. Successivamente quella maglia verrà ritirata per sempre e a Federico verrà intitolato il Campo principale del Centro Sportivo a Zingonia e la Curva Nord dello Stadio di Bergamo.

È uscito il nostro libro, “Frammenti di Calcio”, un’imperdibile raccolta con ben 258 storie. Clicca QUI per saperne di più!

LEGGI ANCHE: LA TRISTE MORTE DI ERASMO IACOVONE, GIOVANE PROMESSA DEL TARANTO

Clicca QUI per vedere la commovente partita tra Atalanta 3-1 Vicenza.