La Jamaica e la strage di calciatori “Nazionali” morti in incidenti stradali

Jamaica calciatori Sorry! You are blocked from seeing ads

Un vero e proprio dramma quello che, ormai da anni, colpisce la Nazionale della Jamaica e i tanti, troppi calciatori locali morti per via di incidenti stradali. Il dato di giocatori dei Raggae Boyz morti è agghiacciante.

LA JAMAICA E I TROPPI INCIDENTI STRADALI DEI CALCIATORI

L’avvertimento è presente anche sul sito della Farnesina, che invita i turisti italiani in vacanza in Jamaica a guidare con estrema prudenza. Già, perché il Paese caraibico, purtroppo, è tristemente noto per il folle numero di incidenti stradali che avviene ogni giorno. Eccesso di velocità, traffico, poca conoscenza delle norme, strada dissestate, auto vecchie e poco sicure. Insomma, le ragioni di questa tragedia quotidiana sono numerose. Un dramma che, purtroppo, ha spesso e volentieri colpito anche il calcio. Sono numerosissimi i calciatori di valore, prodotti dalla Jamaica, che sono morti in incidenti stradali nel corso degli anni. In principio, furono due allenatori locali,  Winthorpe “Jackie” Bell e Dennis Ziadie, a lasciarci le penne.

In questo caso, però, l’impatto mortale non avvenne sul territorio giamaicano, bensì a Guadalajara, in Messico. I due, infatti, si trovavano lì per disputare delle gare amichevoli con la Nazionale nel 1986. In loro onore, da quel momento, si disputa una partita celebrativa ogni anno, denominata Bell-Ziadie Memorial. Da non dimenticare neanche Collie Smith, che non era un calciatore ma un famosissimo giocatore di cricket. Anche lui ebbe la peggio in un incidente, morendo nel lontano 1959 per via dei danni subiti alla colonna vertebrale. Ma il dato si fa inquietante quando si parla della nazionale di calcio jamaicana, che prese anche parte a Francia ’98. Ben 4 elementi non ci sono più in seguito a tragedie automobilistiche.

STEPHEN “SHORTIE” MALCOLM

Il centrocampista dei Reggae Boyz, Steve Malcolm, era uno dei titolari nella leggendaria spedizione francese del ’98. Un furetto tutto corsa e grinta, che veniva chiamato “Shortie” per la sua ridotta statura. Con la maglia della Nazionale si impose fin da giovanissimo, diventandone un punto fermo come testimoniano le 45 presenze. Il centrocampista, tra l’altro, se la scampò miracolosamente già nel 1998, appena dopo il Mondiale. Con il compagno di Nazionale Theodore Whitmore alla guida, i due si schiantarono con l’auto, riportando solo alcune ferite marginali.

Tre anni dopo, però, evidentemente il destino si mise nuovamente sulla loro strada. Nuovamente in macchina insieme, dopo un’amichevole con la Bulgaria, andarono a impattare in seguito all’esplosione di una gomma. Colpa delle tante, troppe buche presenti sulle strade di Falmouth. Mentre Whitmore se la cavò ancora una volta, riportando solo qualche ferita, per Malcolm non ci fu nulla da fare. Il 28 gennaio del 2001, la Jamaica fu costretta a dire addio ad uno dei calciatori della rosa di Francia 98 morto in incidenti stradali.

WINSTON ANGLIN

Un altro dei calciatori della Jamaica morto in un incidente è Winston Anglin. Soprannominato Twinny Bug, ha vestito la maglia del Raggae Boyz per ben 83 volte. Un centrocampista tenace che però diede l’addio al calcio prima di Francia 98 e per questo non riuscì a prendere parte allo storico Mondiale. La sua carriera, tra l’altro, fu macchiata da un episodio assai controverso. Nel 1995, quando era ancora in attività, fu fermato all’aeroporto internazionale JFK di New York con 16 preservativi pieni di droga nello stomaco. Tornato in Jamaica poco dopo essere stato rilasciato sulla parola, continuò a giocare a calcio a livello di club per qualche altra stagione.

Il suo rendimento fu talmente alto che diversi sostenitori chiesero il suo ritorno in nazionale. Ma la sua condanna per droga ha costretto gli allenatori nazionali a ignorare la possibilità di convocarlo nuovamente. Inoltre, nel campionato jamaicano, divenne famoso anche per le faide con gli arbitri e per i numerosissimi cartellini ricevuti. Di certo, non un santo. Nel settembre del 2004, l’ormai 41enne Anglin si schiantò a St Ann mentre era a bordo della sua auto. Con lui, erano presenti altre 4 persone, che purtroppo non ce la fecero. Il gruppetto era di ritorno da una partita della Giamaica a Kingston, persa per 2-1 contro Panama e valida per le Qualificazioni a Germania 2006…

PETER “JAIR” CARGILL

Anche il Capitano di quella simpatica formazione che si qualificò a sorpresa a Francia 98 è nella lista dei calciatori della Jamaica che sono deceduti tragicamente. Peter Cargill, per tutti “Jair“, era uno degli elementi di maggior valore di quella rosa. Non strappava di certo l’occhio come i compagni tecnicamente più dotati Burton e Whitmore ma era uno di quelli che in campo sapeva stare meglio. Frutto di una lunga esperienza internazionale, accumulata in ben 8 anni di militanza nel campionato israeliano. Al momento delle convocazioni per il Mondiale, infatti, Cargill era tra i pochissimi Raggae Boyz ad aver giocato all’estero.

Era un terzino di piccola statura, in grado di giocare anche in posizione più avanzata. Grintoso e intelligente tatticamente, era una vera e propria bandiera della Jamaica, come testimoniano le ben 84 presenze accumulate. Dopo aver appeso le scarpe al chiodo, Cargill divenne un allenatore. Per un periodo fece parte dello staff tecnico della Nazionale, poi nel 2005 assunse la guida tecnica del Waterhouse, squadra del campionato jamaicano. Proprio in quello stesso anno, è morto durante una trasferta del suo club a Montego Bay. Il Minivan che lo trasportava ha slittato sulla strada bagnata, ribaltandosi e colpendo il masso. L’ex Capitano dei Raggae Boyz è sobbalzato fuori dal veicolo, morendo tragicamente sul colpo.

I DUE GIOVANI CALCIATORI DELLA JAMAICA DECEDUTI

Il dramma è continuato anche in seguito. Appena un anno dopo la triste dipartita di Cargill, la Jamaica ha dovuto dire addio anche ad uno dei calciatori più promettenti del Paese. Il giovanissimo Omroy Wilson era stato il Capitano della Nazionale Under 17. Inoltre, era anche uno studente del Cornwall College. Il ragazzo è morto in un incidente d’auto sulla strada principale di Stewart Town a Trelawny nel mese di maggio. Il veicolo che stava guidando ha colpito un masso, si è ribaltato e Wilson è stato gettato fuori. Ha subito gravi ferite alla testa ed è morto poco dopo.

Appena due mesi dopo, un altro giovanissimo calciatore locale, Orane Sterling, ha purtroppo fatto la stessa fine. Nel giro dell’Under 20, Il diciassettenne ex studente della Herbert Morrison Technical High School era uno dei tre passeggeri di un’auto che si è imbattuto in un camion parcheggiato nelle prime ore del mattino. Il ragazzo è rimasto in coma per 3 mesi in seguito alle lesioni celebrali, prima di arrendersi. Un vero e proprio genocidio di calciatori che, purtroppo, non è servito a sensibilizzare la Jamaica circa il gravissimo problema di sicurezza stradale presente nel Paese…

Frammenti di Calcio è il nostro libro, contenente ben 258 storie su questo meraviglioso sport. Clicca QUI per saperne di più!

LEGGI ANCHE: LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI, LA MITICA AVVENTURA DELLA JAMAICA A FRANCIA 98

error: Content is protected !!