David Sassoli, l’Europa e la Fiorentina prima di tutto

David Sassoli

La politica e il giornalismo piangono David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo

Grande cordoglio ha suscitato la scomparsa di David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo, scomparso ieri a 65 anni. Una morte che ha unito tutto il mondo politico italiano ed europeo ma anche toccato il mondo del calcio. A piangere Sassoli è in particolare la Fiorentina, squadra della quale egli era appassionato tifoso e che lo ha ricordato ieri attraverso un messaggio sui propri canali istituzionali.

L’appassionato tifoso dell’Europa e della Fiorentina

Quello tra David Sassoli per la Fiorentina è stato un vero e proprio amore, al pari del giornalismo e dell’Europa. Un amore che non poteva che nascere nel lontano 1956, quando David nacque a Firenze nell’anno in cui la Viola vinse il suo primo scudetto. Il futuro giornalista Rai lasciò la sua città natale in tenera età a causa del lavoro del padre. Tuttavia, il cordone ombelicale con la culla della lingua italiana. Un cordone ombelicale rimasto intatto attraverso la fede calcistica per il club fiorentino. Una fede espressa da Sassoli, con il suo inconfondibile equilibrio ma con tanta passione. Sia nella sua precedente vita da giornalista che durante la sua avventura politica non perdeva mai occasione di seguire la sua squadra del cuore, talvolta, quando i suoi impegni lo consentivano, anche allo stadio. Una passione che ebbe modo di esprimere anche nel giornalismo. Lo fece attraverso una rubrica sul “Corriere Fiorentino“, intitolata “A mente fredda”. Una rubrica in cui parlava della sua città natale e della sua squadra di calcio e attraverso la quale nell’aprile 2009 annunciò il suo ingresso in politica con un articolo emblematicamente intitolato “Cara Viola, ci rivediamo in Europa”. Quell’Europa che i viola avevano riconquistato qualificandosi alla Champions League 2009/2010. Un amore anche con qualche spina come il recente addio annunciato da Vlahovic. E forse sarà una coincidenza, ma il presidente del Parlamento Europeo se n’è andato dopo una pesante sconfitta della sua squadra contro il Torino.

David Sassoli, il giornalista e il politico che si dilettava a calcio

Non solo la Fiorentina. David Sassoli aveva una grande passione anche per il calcio praticato. Specialmente quando lavorava in Rai, amava dilettarsi in partitelle tra giornalisti, mostrando un’ottima tecnica e piedi raffinati. Il vizio del fumo, come raccontano molti suoi colleghi, ne limitò il rendimento. Resta tuttavia il ricordo di tante serate divertenti passate tirando calci ad un pallone con tanti amici. Anche in questo si manifestava la semplicità di un uomo oggi pianto praticamente all’unisono da tutto il mondo politico e giornalistico.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di Calcio”! ordinalo cliccando QUI!

Leggi anche: Enrico Fantini, lo specialista di promozioni che riportò la Fiorentina in Serie A