Alen Boksic, ex stella di Lazio e Juventus che ora vive su un’isola

alen boksic isola

Alen Boksic dopo aver giocato in Europa con le maglie di Marsiglia, Lazio, Juventus e Middlesbrough ha comprato un’isola e ci è andato a vivere con la sua famiglia. L’ex stella croata si è allontanato completamente dal mondo del calcio e ora coltiva altre passioni come lo sci nautico, la vela e la navigazione.

GLI INIZI DI CARRIERA, DALL’HAJDUK AL MARSIGLIA

Alen Boksic è stato uno dei grandi attaccanti che hanno militato in Serie A negli anni ’90, epoca d’oro del calcio italiano. Protagonista con la maglia della Lazio, intervallata da una stagione con la Juventus, ha mostrato tutto il suo talento soprattutto nella Capitale. Giocatore dotato di una tecnica fuori dal comune che abbinava a forza fisica e velocità. Tanto per capirci un attaccante totale capace di fare sia la prima che la seconda punta. Unico limite i troppi infortuni e i pochi gol, che hanno reso impossibile il suo arrivo nell’olimpo del calcio.

Nato e cresciuto nell’ Hajduk Spalato arriva al grande calcio nel 1991 quando si trasferisce al Cannes. Dopo un solo anno passa al Marsiglia e mostra a tutti il suo enorme talento. I 23 gol segnati in Ligue 1 gli valgono il titolo di capocannoniere del campionato, che poi verrà revocato. Nello stesso anno, vince la Coppa dei Campioni contro il Milan e si piazza 4° nella classifica del Pallone d’oro dietro a mostri sacri come Baggio, Bergkamp e Cantona.

L’AVVENTURA ITALIANA CON LAZIO E JUVENTUS

L’ex attaccante croato fa innamorare Cragnotti che fa di tutto per portarlo alla Lazio. Trasferimento che si consuma nel Novembre del 1993 per ben 15 miliardi di lire. Nei 3 anni biancocelesti va spesso in conflitto con i metodi “innovativi” di Zdenek Zeman e non sempre riesce a confermare quanto di buono fatto in Francia. La via del gol sembra smarrita, Alen non sembra più lo stesso e allora decide di cambiare aria. Ne approfitta la Juventus, ma anche a Torino le cose non vanno benissimo a livello personale. Unica gioia le vittorie di squadra, dove conquista Campionato, Supercoppa UEFA e Coppa Intercontinentale. Resta l’amaro in bocca per la Coppa dei Campioni persa in finale contro il Borussia Dortmund, dove i bianconeri arrivarono da assoluta favorita alla vittoria finale. Anche qui toccata e fuga e a fine anno torna a Roma ancora nella Lazio per 25 miliardi di lire.

LA VITA DI ALEN BOKSIC SULL’ISOLA PRIVATA

Nel triennio biancoceleste, nonostante un brutto infortunio che lo costringe a saltare il Mondiale Francese del 1998 (terzo posto per la sua Croazia), vince un Campionato, 2 Coppe Italia, 1 Supercoppa Europea, 1 Supercoppa Italiana e 1 Coppa delle Coppe. I gol non sono tantissimi, 15 il primo e 8 il terzo, ma le giocate sono di alta classe. Il talento è fuori discussione, così come il suo carattere. Celebre l’aneddoto sotto la gestione Eriksson in cui si rifiutò di scendere in campo a causa di una maglia e di un paio di pantaloncini che gli andavano troppo “stretti”.

Chiuse la sua esperienza da calciatore dopo 3 anni in Inghilterra, vestendo la maglia del Middlesbrough. Alen Boksic dopo una breve esperienza come Team Manager della nazionale e commentatore TV, ha acquistato l’isola di Mariaska, situata in Dalmazia, dove vive assieme alla sua famiglia. L’ex attaccante si dedica allo sci nautico, alla vela e alla navigazione, sue grandissime passioni.

È uscito il nostro libro, “Frammenti di Calcio”, un’imperdibile raccolta di ben 258 storie. Clicca QUI per saperne di più!

Clicca QUI per vedere i gol di Alen Boksic in Italia con le maglie di Lazio e Juventus

LEGGI ANCHE: RUBEN SOSA, L’URUGUAIANO NEL CUORE DI LAZIO E INTER