Il Manchester United e quella clamorosa retrocessione in Second Division

Manchester United 1973-74

Il Manchester United e quella clamorosa retrocessione in Second Division

La storia del Manchester United è caratterizzata da tanti momenti trionfali come quelli vissuti nell’era di Busby o nell’era Ferguson, ma anche momenti bui. Sicuramente i periodi più neri nella storia dei Red Devils furono il disastro di Monaco nel 1958 e la retrocessione in Second Division nella stagione 1973-74.

Le difficoltà del dopo Matt Busby

Dobbiamo fare un passo indietro. Nei primi anni ’70 il Manchester United visse un periodo di transizione a seguito della fine del lungo regno di Matt Busby. Il tecnico che forgiò la squadra che poi annientata nel disastro di Monaco e che da sopravvissuto a quella tragedia, la portò sul tetto d’Europa lasciò la panchina dei Red Devils nel 1971. Dopo 26 anni ricchi di trionfi e segnati da quell’immane sciagura aerea che si portò via i suoi Busby Babes a Monaco. Per lo United iniziò così un periodo di transizione. A sostituire lo storico allenatore fu l’irlandese Frank O’Farrell che però durò solo una stagione. Al suo posto nel 1972 arrivò il giovane allenatore scozzese Tommy Docherty. La squadra di Manchester però non riuscì a tornare ai fasti dell’era Busby e l’apice in negativo fu nella stagione 1973-74.

1973-74: la stagione da incubo del Manchester United di Tommy Docherty

La stagione 1973-74, la prima dell’era Docherty alla guida del Manchester United vide il ritorno del giocatore simbolo di quegli anni. Ovvero il talento genio e sregolatezza di George Best che aveva lasciato il club nella stagione precedente. L’idillio però durò poco e Best giocò la sua ultima gara in maglia rossa il 1° gennaio 1974, per poi non presentarsi più agli allenamenti venendo escluso dalla squadra. Oltre al fugace ritorno di Best, quella stagione si segnalò anche per un’altra curiosità: il portiere Alex Stepney che divenne rigorista della squadra segnando due gol. Lo United partì bene con due vittorie nelle prime tre giornate. Poi però ci fu un lungo black-out con soli quattro successi ottenuti in 20 gare tra settembre e marzo. La squadra di Docherty si ritrovò così a sorpresa nei bassi fondi della First Division (all’epoca a 22 squadre). Una serie di risultati positivi nel finale di stagione sembrò ridare speranze ai diavoli rossi. Si arrivò alle ultime giornate. Il 29 aprile era in programma il derby contro il Manchester City. Red Devils erano obbligati a vincere ma finì 1-0 per i Citizens e chi segnò il gol decisivo? Il grande ex Denis Law che condannò di fatto alla retrocessione lo United che perse due giorni dopo anche il recupero contro lo Stoke City. La squadra più blasonata d’Inghilterra scese per la prima volta dal 1938 negli inferi della Second Division per risalirvi l’anno successivo. Per tornare ai fasti di una volta però i rossi dovranno aspettare altri quindici anni.

FOTO: MUFC YesterYears Twitter.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per scoprire 258 storie del gioco più bello del mondo!

Leggi anche: Dai dilettanti al Manchester United: la storia di Giuliano “Jules” Maiorana! 

lee casciaro gibilterra

Lee Casciaro, il poliziotto capocannoniere di Gibilterra con tre gol!

Estonia Scozia 96

One Team in Tallinn: quel match fantasma tra Estonia e Scozia del ’96