Quando “Hey Jude” divenne la canzone dei tifosi del Manchester City

Scopriamo perché i tifosi del Manchester City cantano “Hey Jude” dei Beatles, prima di ogni partita della loro squadra.

Hey Jude Manchester City

Perché i tifosi del Manchester City cantano Hey Jude prima delle partite nel loro stadio

In molti appassionati di calcio inglese avranno notato che, prima di ogni partita del Manchester City all’Ethihad Stadium, suonano le note di Hey Jude, celeberrima canzone dei Beatles. Un rito che può sembrare all’apparenza curioso, visto che i Fab Four sono originari di Liverpool, città rivale di Manchester nel calcio e non solo. Eppure si tratta di una scelta dettata da un motivo ben preciso e legato ad un momento particolare della storia del club.

Il magico 1968 dei Citizens

Per scoprire l’origine di questo rito dobbiamo tornare indietro al lontano 1968. Un anno fondamentale e rimasto irripetibile per tanto tempo nella storia del Manchester City. In quell’annata gli Sky Blues conquistavano il loro secondo campionato nella First Division 1967/68. Era il formidabile City di Joe Mercer Malcolm Allison, trascinato in campo da Colin Bell e Francis Lee insieme al mitico capitano Tony Book. Quel campionato segnò l’inizio di un ciclo vincente per i Citizens che l’anno dopo conquistarono anche la FA Cup e la Coppa di Lega e nel 1970 anche la Coppa delle Coppe. Un’epoca d’oro mentre a qualche centinaio di chilometri, la band più famosa d’Inghilterra nel mondo, componeva una delle sue canzoni più popolari. In quel ’68, infatti, i Beatles pubblicavano il brano Hey Jude. Una vera e propria hit che conquistò anche i tifosi della sponda celeste di Manchester.

Il legame tra Hey Jude e il Manchester City

Un capolavoro assoluto, scritto da Paul McCartney e probabilmente dedicato al figlio di John Lennon, Julian, che stava affrontando la separazione dei suoi genitori. Un’altra interpretazione vuole la canzone dedicata invece proprio alla band di Liverpool che in quel momento stava vivendo una fase turbolenta della loro carriera. Fatto sta che quel ritornello orecchiabile, quasi da stadio che faceva “Na na na na na na na na Hey Jude” si piazzò al primo posto nelle classifiche musicali del Regno Unito. Erano passati tre mesi dal trionfo in campionato del Manchester City e quel ritornello entrò nel cuore anche dei suoi supporters tanto da diventare una colonna sonora di quell’epoca d’oro rimasta irripetibile nella storia del club, almeno fino all’avvento degli sceicchi nel 2008. E fu così che quella canzone diventò una sorta di inno non ufficiale della squadra che prima di ogni match risuonava nel vecchio Maine Road e ancora oggi si sente all’Etihad. La musica è riuscita così ad unire due città e due squadre, Liverpool e Manchester City, divise da una forte rivalità calcistica.

“Frammenti di calcio – 258 storie sul mondo del futbol”, QUI potrai scoprire il libro di Football Story!

Leggi anche: Leeds United, un club dalle divise “colorful”