Le iconiche e vendutissime maglie del Manchester City grazie agli Oasis

Oasis Manchester City Sorry! You are blocked from seeing ads

Gli Oasis e il Manchester City: un connubio inscindibile anche dopo gli Oasis

Quello tra gli Oasis e il Manchester City è stato ed è ancora oggi un legame molto profondo. La “Band of the people” , capitanata dai litigiosi fratelli Noel Liam Gallagher, non ha mai nascosto le sue simpatie per i Citizens, una delle due squadre di Manchester, la loro città di origine. Un amore che non ha fatto altro che consolidarsi, in questi anni in cui il club è diventato tra i più forti del calcio inglese ed europeo.

Tra musica e pallone: due fratelli tifosi del City in una famiglia tifosa dello United

Le radici di questo rapporto tra i fratelli Gallagher e il Manchester City sono molto profonde e nascono dalle origini proletarie della loro famiglia, irlandese di origine ma in maggioranza schierata calcisticamente con il Manchester United. Noel e Liam decisero di andare controcorrente fin da piccoli e tifare il City sull’esempio del loro papà che abiurò la religione calcistica di famiglia, probabilmente per l’odio per i suoi fratelli. Quel padre che anni dopo lascerà la famiglia, tramandando però ai suoi figli la passione per il celeste degli Sky Blues. I futuri Oasis, infatti, continuarono ad andare religiosamente allo stadio (allora il vecchio Maine Road), nonostante i risultati iniziavano ad essere scadenti per la squadra. Anche perché i prezzi per assistere ad una partita di calcio in Inghilterra erano all’epoca accessibili anche per due ragazzi disoccupati come Liam e Noel. In quel periodo i fratelli Gallagher erano molto introdotti anche negli ambienti hooligans del tifo Blue Moon e non mancavano occasione di esprimere il loro odio calcistico per i cugini dello United. Ne sa qualcosa un certo Eric Cantona, al quale un giovane Liam pare abbia portato via una portiera della macchina, quando lavorava in una carrozzeria.

Quando le divise del Manchester City 1993-94 divennero le più vendute al mondo grazie ad una foto dei fratelli Gallagher

Poi arrivò il successo e i fratelli Gallagher divennero gli Oasis. La fama però non cambiò il loro amore per i celeste del City. E non mancarono di dimostrarlo anche  al loro debutto sulla scena musicale britannica. Non lo fecero però grazie alla loro musica, ma con una foto. Nel 1994, in occasione dell’uscita del loro primo singolo Supersonic, il fotografo del New Musical Express Kevin Cummins ritrasse i due fratelli  con la prima e la terza maglia del Manchester City, con il vecchio stemma (che è anche quello attualmente in uso) e lo sponsor Brother in vista. Divise che divennero immediatamente iconiche. Nelle settimane successive, il club di Manchester ricevette diverse richieste dal Giappone sia per la prima divisa celeste che per quella bianca a righe. Un boom di vendite dovuto certamente al fatto che la Brother fosse un’azienda  giapponese. Ma anche agli Oasis che, ancora prima che la squadra tornasse ai vertici del calcio inglese, trasformarono il City e le sue divise in un brand. E fu l’inizio di un connubio tra i più vincenti nel rapporto tra il calcio e la musica britannica.

FOTO: footbAll Nerds Twitter.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per acquistarlo! 

Leggi anche: Quella volta in cui il Chelsea fu acquistato per un pound! 

error: Content is protected !!