Il giorno in cui Marco Van Basten aveva firmato per la Fiorentina

marco van basten fiorentina

Marco Van Basten ha fatto la storia del Milan di Berlusconi. quello che in parecchi non sanno è che l’attaccante olandese aveva già firmato un contratto con la Fiorentina. Chissà cosa sarebbe successo, e soprattutto come sarebbero cambiati gli equilibri del campionato, che allora era il più bello del Mondo. Van Basten riuscirà comunque ad arrivare in Italia e a scrivere la storia del calcio mondiale e a rendere leggendario il Milan di Sacchi, reso grande dai tre olandesi.

IL MANCATO TRASFERIMENTO DI MARCO VAN BASTEN ALLA FIORENTINA

Stiamo parlando della stagione 1985/1986 e l’allora D.G. della Fiorentina Claudio Nassi rimase impressionato da alcune videocassette con le immagini del “Cigno di Utrecht“. Van Basten decise di lasciare l’Ajax per spiccare il volo verso il calcio che conta e quale migliore destinazione dell’Italia? Nassi si mise in viaggio verso l’Olanda e incontro in un albergo in centro la dirigenza dei lancieri. Detto fatto, trovano un accordo sulla base di 6 miliardi pagabili in 3 anni e con il giocatore un triennale da 600 milioni a stagione, più appartamento e macchina a carico della società. Cosa successe poi è un mistero, Claudio Nassi lasciò la Fiorentina e l’affare sul più bello saltò. I viola quell’anno avevano giocatori coma R.Baggio, Berti, Maldera, Massaro, insomma avrebbero lottato tranquillamente per lo scudetto. L’anno successivo Van Basten riuscì comunque ad arrivare in Italia, dove nel Milan scrisse la storia del calcio.

Chissà cosa sarebbe successo se l’olandese avesse vestito il Viola e non il Rossonero, e chissà quante magie avrebbe compiuto assieme al “Divin Codino“. Siamo davanti alla classica Sliding Door del calcio e del sarebbe potuto, ma non è stato.

LEGGI ANCHE: STORIE DI GENI INCOMPRESI, TUTTI GLI SCONTRI TRA GIOCATORI E ALLENATORI

Clicca QUI per vedere i 10 migliori gol di Marco Van Basten.

Clicca QUI per vedere l’addio struggente di Van Basten al mondo del calcio con le parole di Maradona.

Foto: Profilo Twitter Rossonero Ultra