Andoni Goikoetxea, il ‘macellaio’ di Bilbao che spezzò la caviglia a Diego

andoni goikoetxea

Andoni Goikoetxea, la bandiera dell’Athletic Bilbao

Andoni Goikoetxea è stato la bandiera del club basco per oltre 10 anni e ha chiuso la carriera a Madrid, sponda Colchonera, nel 1990. Era un difensore sporco e ruvido, amante della legge del liscio. Viene considerato come uno dei più violenti della storia ed è conosciuto come il Macellaio di Bilbao, soprannome derivatogli per la scorrettezza degli interventi che faceva. Durante gli anni 80 formò con Dani, Manuel Sarabia, Txato Nunez, Josè Ramon Gallego e Andoni Zubizarreta uno degli Athletic più forti di sempre. Formazione allenata da Javier Clemente che vinse la Liga per 2 volte consecutive nel 1983 e 1984. Con la Nazionale spagnola giocò 39 partite e la rappresentò nel mondiale messicano del 1986 terminato ai quarti di finale contro il Belgio ai rigori. Fece parte anche dell’Europeo di due anni prima.

Nel 2008 Goikoetxea è stato posizionato dal Sun al secondo posto nella classifica dei calciatori più fallosi di sempre alle spalle di Graeme Souness

Quel fallaccio su Maradona

Era il 24 settembre del 1983, un sabato. L’Athletic Bilbao va a far visita al Barcellona campione di Spagna. Andoni però era strano. Sembrava nervoso, con una faccia come se già sapesse cosa sarebbe accaduto sul prato verde. Il calcio spagnolo in quegli anni era molto movimentato. Si lasciava correre molto, i contrasti duri venivano fischiati pochissimo e le marcature erano come se si dovevano prendere a pugni. Stile calcio argentino che vediamo oggi. Tornando al discorso, Goikoetxea non era tranquillo. Forse perchè c’erano 80 mila facce fuori a guardarlo. Ma arriviamo al punto clou. Minuto 58, Maradona con il suo numero 10 è in possesso di palla sulla sinistra. Sta per sprintare per sfidare il mondo ma sarà proprio il mondo a cadergli addosso.

Goikoetxea a tutta velocità come un forsennato si butta in scivolata alle sue spalle. I tacchetti dei suoi scarpini affondano la caviglia del Pibe che va a terra con un dolore atroce. Il Camp Nou gelato, come se gli ospiti avessero fatto il gol partita. Maradona completamente in lacrime. Il referto sarà: frattura della caviglia in 3 punti diversi. Un macello totale. Sembrava la fine della carriera per El Diez. Ad Andoni furono date 8 giornate di squalifica per quello che per molti ancora oggi è il fallo più famoso del mondo!

QUI IL VIDEO DEL FALLACCIO

LEGGI ANCHE: LA PARTITA DELLA MORTE, TRA MITO E REALTA: VINCERE PER SOPRAVVIVERE