Alan Shearer, il grande colpo mancato di Moggi alla Juventus

Il lungo e vano corteggiamento di Moggi ad Alan Shearer.

Alan Shearer

Alan Shearer, il bomber del Newcastle mancato giocatore di Serie A

Il calciomercato è fatto anche di tanti “scoop” di tante bombe destinate spesso a rimanere sogni di una notte di mezz’estate. Uno di questi riguardò un certo Alan Shearer. Il più grande bomber nella storia della Premier League, infatti, è stato corteggiato da tanti top club, come si direbbe oggi, compresa una squadra di Serie A che a lungo cullò il sogno di averlo tra le proprie file senza però mai riuscirci. E parliamo della squadra più blasonata del nostro calcio, ovvero la Juventus che arrivò a nutrire quasi una ossessione nei confronti dell’attaccante inglese.

Shearer, il sogno proibito di Luciano Moggi alla Juventus

Una delle più grandi “bombe” di mercato mai diventate realtà riguardò proprio Alan Shearer. Negli anni Novanta l’attaccante era diventato “l’uomo che segnava sempre” tra Blackburn Newcastle United con caterve di gol che stregarono l’Europa intera. In particolare dopo il suo passaggio al Newcastle, Shearer si era guadagnato l’attenzione di diversi club importanti del panorama europeo. Una su tutte fece un pensierone sotto l’obrellone ed era la Vecchia Signora. L’allora direttore generale bianconero Luciano Moggi si era letteralmente innamorato del bomber britannico e nell’estate 1997 iniziò un vero e proprio corteggiamento. Addirittura sui quotidiani si lesse la notizia di un sensazionale (quanto incredibile) scambio con Del Piero. In realtà Moggi sognava una coppia esplosiva proprio con Pinturicchio e “Always Scoring”. Un mix letale di talento e fiuto per il gol che stava facendo sognare i tifosi juventini. Del resto, i numeri che portava in dote l’attaccante dei Magpies erano impressionanti.

Alan Shearer, l’uomo che preferì il bianconero del Newcastle alla Vecchia Signora

Peccato che quel sensazionale colpo di mercato tanto atteso da tifosi della Juventus e addetti ai lavori finì per rimanere un sogno proibito. Semplicemente perché Alan Shearer aveva in testa solo una maglia bianconera ma era quella del Newcastle Il giocatore era arrivato nella squadra di cui era tifoso nel 1996 con il sogno di restarci il più al lungo possibile e così fu. Il più grande bomber della Premier League con 260 gol (di cui 112 con il Balckburn), giocò per i Magpies per dieci anni mettendo a segno 206 reti in in 404 presenze. Il tutto rifiutando la corte di altre squadre come Barcellona e Manchester United pur di continuare ad essere un figlio di Newcastle e difendere i colori della propria squadra del cuore.

“Frammenti di calcio – 258 storie sul mondo del calcio”, scopri QUI il libro di Football Story!

Leggi anche: SAS, la favolosa coppia da gol Shearer-Sutton del ‘miracolo’ Blackburn