La Cenerentola Calais al grande ballo della Coppa di Francia 2000

Vent’anni fa l’incredibile favola del Calais nella Coppa di Francia

Spesso il calcio propone storie per la serie Davide contro Golia, dove piccole realtà s’impongono contro squadre di grande blasone. Ultimo caso celebre quello del Leicester di Claudio Ranieri. Un caso ancor più emblematico lo si ebbe vent’anni fa in Francia, quando i dilettanti del Calais Union Racing Football Club arrivarono a sorpresa in finale di Coppa di Francia nella stagione 1999/2000.

L’emozionante cammino del Calais nella Coppa di Francia 1999/2000

Stagione 1999/2000. I ragazzi del Calais militano nello Championnat de France Amateur (Quarta Divisione francese) e si apprestano a disputare le fasi preliminari della Coppa di Francia. Una competizione riservata sia a squadre professionistiche che dilettantistiche. Per la squadra rosso-giallo-nera è più una sgambata di qualche partita per allenarsi meglio per il campionato. Invece, sarà l’inizio di una incredibile avventura. I canarini, infatti, sono calciatori per hobby. Nella vita quotidiana sono operai, commercianti, insegnanti, impiegati. Anche il loro allenatore Ladislaz Lozano (spagnolo trapiantato in Francia) di mestiere gestisce le strutture sportive della città. Eppure questa ridente realtà nel Nord della Francia si sbarazza senza troppi livelli delle sue pari livello, fino ad arrivare all’attesissimo derby contro il Dunkerque. 4-0 senza storia e Calais che approda al tabellone principale.

Una favola a lieto fine e una storia di riscatto sociale

Nel primo turno c’è il Lille, all’epoca militante in Ligue 2, sconfitto ai rigori dopo l’1-1 dei tempi supplementari. Poi 3-0 nei sedicesimi di finale rifilato al Langon Castets. Agli ottavi c’è un’altra squadra di B, il Cannes battuto ai rigori. Ai quarti arriva la prima squadra di Ligue 1, lo Strasburgo liquidato di misura per 2-1. Il Calais comincia a non essere più una meteora. Lo capiscono i Campioni di Francia del Bordeaux, regolati con un’incredibile 3-1 in semifinale ai supplementari. Per i canarini si spalancano le porte della finale in quello Stade de France che due anni prima aveva visto il primo trionfo mondiale della Francia. È il 7 maggio 2000 e l’avversario è il Nantes. Dopo un’attesa spasmodica e festosa, rovinata solo da un piccolo malore per mister Lozano, con i giocatori in ferie per preparare al meglio la gara, il Calais si prepara alla partita più importante della sua storia. Questa volta, però, la fortuna non aiuta i canarini sconfitti in rimonta 2-1 all’89 con un rigore. La favola finisce sul più bello, ma è un trionfo per quei ragazzi campioni per una stagione, prima di tornare alla loro vita di lavoro e famiglia.

FOTO: Calais Racing Union Football Club Facebook.

Leggi anche: Quando il Pontedera sconfisse la nazionale italiana di Arrigo Sacchi!!

Garrincha Olè

Come nacquero gli Olè negli stadi? Garrincha, i dribbling e il povero Vairo

Diawara Torino

I Bidoni della serie A: Diawara, il gestore di Night-club che fece disperare il Torino