Juventus-Celtic: la prima gara di Coppa Campioni trasmessa da Mediaset

Juventus-Celtic

30 settembre 1981: Juventus-Celtic, la prima partita di Coppa dei Campioni ad andare in onda sulle reti Mediaset

Il 30 settembre non è solo il giorno della epica corsa di Carlo Mazzone sotto la curva dei tifosi dell’Atalanta. Il 30 settembre 1981, infatti, si consumava una piccola rivoluzione per il calcio in tv. Il tutto grazie ad un Juventus-Celtic, valido per la Coppa dei Campioni che in Italia passerà alla storia per essere la prima partita europea ad essere trasmessa sulle frequenze di Mediaset.

Juventus-Celtic, l’impresa juventina nei sedicesimi di finale della Coppa dei Campioni 1981/82

Quel 30 settembre di quarant’anni fa, andava in scena al vecchio Comunale di Torino Juventus-Celtic, gara valida per il ritorno dei sedicesimi di finale della Coppa dei Campioni 1981/82. Si partiva dalla vittoria di misura del Celtic in Scozia. Un risultato che obbligava la Vecchia Signora ad una rimonta non  facile. L’atmosfera era molto calda, ancor prima del fischio, con i tifosi scozzesi ad avere la peggio dopo degli scontri contro gli juventini. Diverse persone finirono in ospedale. Il gol di McLeod segnato al 67′ della sfida di andata a Glasgow, costituiva un buon punto di partenza per il Celtic. Guai, però, a sottovalutare la Vecchia Signora di quel periodo. E così fu perché la Juve fece una rimonta da manuale, superando per 2-0 i bianco-verdi scozzesi. Tutto nel primo tempo con le reti decisive di Virdis al 27′ e Bettega al 35′. Due reti che bastarono agli uomini di Trapattoni per passare il turno, dove poi affrontarono i belgi dell’Anderlecht venendo eliminati. Quella partita di Torino, però, passò alla storia anche per un altro motivo extra calcistico.

La prima partita di Coppa Campioni in onda su una tv privata italiana

L’evento divenne storico nel nostro paese per un motivo ben preciso. Fino ad allora, infatti, la trasmissione delle partite di Coppa dei Campioni in Italia era appannaggio della Rai. Le alternative erano la Televisione Svizzera Italiana e l’emittente jugoslava Capodistria. Tutto cambiò con l’ingresso in scena dell’imprenditore milanese Silvio Berlusconi, il quale si assicurò i diritti tv per le gare casalinghe di tre delle quattro squadre italiane impegnate nell’edizione 1981/82 delle coppe europee. Attraverso la sua Canale 5, Berlusconi infranse così il lungo monopolio Rai sul calcio in tv. Ci fu un lungo braccio di ferro legale tra la tv di Stato e Mediaset, ma a spuntarla fu il biscione. Così, martedì 30 settembre 1981, i tifosi della Lombardia poterono gustarsi lo spettacolo di Juventus-Celtic in diretta su Canale 5 con la telecronaca di Giuseppe Albertini. Per il resto d’Italia si dovette aspettare la differita del giovedì sulle reti della neonata Mediaset. Quella partita avrebbe rivoluzionato la storia del calcio in televisione per l’Italia. Dopo il successo del Mundialito, Berlusconi proiettò gli italiani nella nuova era delle tv commerciali attraverso il calcio. Una rivoluzione di cui vediamo ancora oggi gli effetti e che non si è mai arrestata del tutto.

FOTO: soloanni80 Il calcio più bello del mondo Facebook.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di calcio”! clicca QUI per riceverlo!

Leggi anche: La rivoluzione fallita di Gioco Calcio TV nella stagione 2003/2004

Emilio Butragueño ¡Fútbol!

Emilio Butragueño, la stella del Real a cui fu dedicato un videogioco

Chacarita maglie tifosi

Quando il Chacarita affrontò il CD Almagro indossando le maglie…dei tifosi!