Jorge Costa e Weah, storie tese nel finale di un Porto-Milan del ’96

Jorge Costa

Porto-Milan 1996, i nervi tesi tra Jorge Costa e Weah

In molti tifosi rossoneri guardando Porto-Milan ieri avranno ripensato ad un certo Jorge Costa e a quel precedente tra i portoghesi e i rossoneri nella Champions League 1996. Un precedente che ebbe come protagonisti in negativo, appunto Costa per il Porto e il milanista George Weah. 

20 novembre 1996: Porto-Milan 1-1. Dal primo (e unico) gol rossonero di Davids al finale ad alta tensione negli spogliatoi

Il 20 novembre 1996, infatti, il Milan di Óscar Washington Tabárez sfidava il Porto nel vecchio stadio Das Antas per il girone D della Champions League 1996/97. All’andata i lusitani si erano imposti per 2-3 a San Siro nella prima gara del girone. La partita di Porto diventava dunque fondamentale per i rossoneri che avevano bisogno di una vittoria per restare in corsa per la qualificazione al turno successivo. Partita tesa, come dimostravano i cinque ammoniti totali. Il Milan la sbloccò all’11’ della ripresa con il primo (e unico) gol rossonero della matricola Edgar Davids che avrà più fortuna alla Juventus. I padroni di casa però riuscirono a trovare il gol del pari con Edmílson a diciannove minuti dalla fine. 1-1 il risultato finale con nervi a fior di pelle, soprattutto in casa milanista. E quello che accadde nel tunnel degli spogliatoi al malcapitato Jorge Costa ne fu altra testimonianza.

La testata di Weah a Jorge Costa a fine partita

Il difensore portoghese Jorge Costa, già durante la partita si era beccato con il centravanti liberiano del Milan. E Weah, complice forse il risultato non favorevole al Diavolo, a fine partita perse le staffe con l’avversario. Nel tunnel degli spogliatoi, finita la gara, i due giocatori vennero nuovamente a contatto e l’attaccante milanista arrivò a colpire Costa con una violenta destata. L’immagine del giocatore del Porto con il volto insanguinato furono subito catturate dalle telecamere. E costarono carissime a Weah che alla fine rimediò ben sei giornate di squalifica. Così come quella gara segnò la crisi del Milan che poco tempo dopo richiamò Arrigo Sacchi per tentare di salvare una stagione che alla fine si rivelò tra le più disastrose nella storia del club.

FOTO: Cantinho do Moraes Twitter.

È uscito il libro di Football Story “Frammenti di Calcio”! clicca QUI per ordinarlo!

Leggi anche: Fabio Paim, l’ex talento che lasciò a bocca aperta Cristiano Ronaldo!