Il derby di Coppa Italia con protagonista Seedorf in nerazzurro

La doppia sfida tra Inter e Milan della Coppa Italia 1999/2000 decisa da Clarence Seedorf in nerazzurro.

Inter-Milan 1999/2000 Seedorf

Quando Seedorf decideva il derby di Milano con la maglia nerazzurra

Inter e Milan si sono affrontate diverse volte anche in Coppa Italia e uno di questi precedenti vide come protagonista un certo Clarence Seedorf. Un giocatore che ha legato la sua carriera in Italia soprattutto alla maglia rossonera ma è stato anche un ex interista. E proprio con la maglia nerazzurra fu decisivo in un derby di Coppa Italia di oltre vent’anni fa.

La doppia sfida tra Milan e Inter nella Coppa Italia 1999/2000

Nella stagione 1999/2000 le due milanesi si sfidarono anche nei quarti di finale della Coppa Italia. Il primo atto andò in scena il 12 gennaio 2000 con il Milan che ospitava l’Inter. Furono i nerazzurri a sbloccare il match con Vieri che spaccò la porta poco prima della mezz’ora. I rossonerì pareggiarono allo scadere del primo tempo con Shevchenko bravo a sfruttare una sponda di Bierhoff. Al 9′ della ripresa, però, l’Inter tornò in vantaggio grazie al gol di un giovanissimo Mutu. Un minuto dopo, il solito Sheva ristabilì la parità. A risolverla ci dovette pensare un futuro grande ex. Seedorf, che a quel tempo vestiva la maglia nerazzurra, disegnò una mirabolante parabola su punizione al 24′ del secondo tempo, dando così la vittoria “esterna” alla Beneamata, guidata da Marcello Lippi. Un risultato che lasciava ben sperare gli interisti in vista del ritorno.

La sfida di ritorno con Seedorf decisivo

Gara di ritorno che si giocò sempre a San Siro il 27 gennaio 2000. Cominciarono bene i rossoneri che si portarono in vantaggio al 35′ grazie alla rete del solito Shevchenko su una perfetta imbucata di Boban. L’illusione, però, durò appena due minuti perché al 37′ arrivò il pareggio nerazzurro. A propiziarlo fu Seedorf. L’olandese raccolse un lancio di Recoba e mise il pallone in mezzo all’area di rigore dov’era appostato un certo Divin Codino Roberto Baggio. Il numero 10 insaccò da distanza ravvicinata e fissò il punteggio sull’1-1. Parziale che rimase tale fino al fischio finale, consentendo all’Inter di ottenere il pass per la finale con buona pace degli odiati cugini rossoneri. Che si consoleranno di lì a qualche anno dopo strappando proprio il centrocampista olandese ai propri rivali.

“Frammenti di calcio – 258 storie sul mondo del futbol”! Ecco il libro di Football Story! Prenotalo QUI

Leggi anche: Quando Francesco Moriero andò dal Milan all’Inter per colpa di André Cruz