Jérémie Bréchet, un flop last minute per la fascia sinistra dell’Inter

Jérémie Bréchet Inter

Jérémie Bréchet, il terzino che proseguì la maledizione della fascia sinistra nell’Inter del 2003/2004

Abbiamo citato, parlando di Alessandro Pistone, la famosa “maledizione della fascia sinistra” che ha colpito l’Inter da Roberto Carlos in poi. Tra i tanti che hanno continuato il sortilegio ci fu anche un certo Jérémie Bréchet, meteora nerazzurra nella stagione 2003/2004. Ecco il racconto della sua sciagurata avventura a Milano.

L’inizio promettente con il Lione

Classe 1979, Jérémie Bréchet si afferma a fine anni Novanta con il Lione. Sembra essere un nuovo crack per il calcio francese. Dopo la trafila nelle giovanili, nella stagione 1998 debutta nella prima squadra dell’Olympique collezionando ben 15 presenze. Con l’OL vincerà una Coppa di Francia nel 2001 e due campionati consecutivi (2002, 2003). Nel 2001 viene anche convocato dalla Francia, Campione del Mondo e d’Europa, guidata da Roger Lemerre, partecipando così alla Confederations Cup al posto di un certo Lizarazu e catturando l’interesse anche del Barcellona che proporrà al suo club uno scambio con Zenden, mai realizzato.

La deludente avventura di Jérémie Bréchet a Milano

I tempi per provare un’esperienza all’estero sembrano tuttavia maturi. Luciano Moggi aveva provato a portarlo alla Juve, ma fu Massimo Moratti ad innamorarsene davvero dopo una doppia sfida in Champions League, vinta all’andata dai francesi a San Siro e pareggiata 0-0 a Lione. Nell’estate del 2003 i primi contatti. Il tutto si concretizza negli ultimi giorni di mercato per circa 5 milioni di euro. L’esordio con l’Inter avviene il 28 settembre 2003 a Udine e sembra promettere bene. La domenica successiva l’allenatore Cuper lo fa entrare negli ultimi venti minuti del derby contro il Milan e Jérémie propizia suo malgrado la rete del 3-0 rossonero segnata da Shevchenko. Inizia per lui una spirale di errori. Nel frattempo l’Inter cambia allenatore con Zaccheroni al posto di Cuper e Jérémie Bréchet inizia a non vedere gradualmente il campo. A fine stagione verrà ceduto alla Real Sociedad. Continuerà a giocare fino al 2018 con diverse squadre francesi, tra le quali il Sochaux dove ritroverà parzialmente la verve dei tempi del Lione.

FOTO: Tifoblog Twitter.

Leggi anche: Andy Van der Meide, il cecchino olandese tra eccessi, cadute e risalite!

Privacy